.post h3{ text-align:center; } -->

Carnival Cup - Solo il black out ferma i Dragoni

Non c’ è trippa per gli avversari dei Dragoni sul prestigioso campo del Monigo di Treviso. In realtà i Dragoni Peo, Danilo, Yuri, MariCraist, Ines in formazione mista con Anita, Elisa ed Emanuele dei Mastini, Eleonora “Oz” dei Brianza più un ospite misteroso (quello con la maschera, in tema con la Carnival Cup).
I nostri eroi nel gironcino eliminatorio pareggiano 2-2 con gli Orange campioni d’Italia (mica pizza e fichi), vincono senza patemi con Oderzo, vincono di +1 contro i Tokodeñoka (occhio che i ragazzi di Romano d'Ezzelino sono cresciuti parecchio dal mese scorso), e regolano con eleganza i Tikianzaks. Quindi primi o secondi del girone e pronti per giocarsi le semifinali.
Ma poi: “Gallianata” titola la Gazza e “Pastetta veneta” titola il Gazzettino; per paura di concedere la vittoria ai Dragoni, l’organizzazione inventa un improbabile guasto all’impianto elettrico ed il torneo finisce lì…..OVVIAMENTE NON E’ VERO NIENTE. Semplicemente c’è stato qualche problema di comunicazione tra l’organizzazione e la gestione dell’impianto, per cui al calare del buio non si sono potuti accendere i riflettori ed a malincuore siamo andati tutti sotto la doccia.
E poi solito bel terzo tempo, con tanto di gruppo turbo-folk- celtico.
Peccato però, eravamo ormai in palla e ci sarebbe piaciuto giocarcela con Verona, forza emergente del campionato, in una eventuale finale.
La classifica finale di tappa è in via di definizione e sarà redatta tenendo conto di punteggi e differenze mete*. Dovremmo però proprio essere sul podio.
Per la cronaca, abbiamo giocato sempre con tre ragazze in campo, purtroppo però senza bonus poiché la Carnival Cup è partita nel 2011 con le vecchie regole del campionato per cui la terza ragazza in campo non porta doppio bonus. Questo però significa che contro gli Orange a regole 2012 avremmo portato a casa la vittoria.

I risultati parlano da soli, ma se volessimo aggiungere dettagli potremmo dire che la difesa è stata quasi impeccabile, ci hanno fatto poche mete e nessuna su buchi e disattenzioni clamorose, buona la comunicazione, pochi i palloni caduti, buona velocità e lucidità di esecuzione, nessun problema di fiato. E lo ammetto obtorto collo, perché poi chiede un aumento,  ma per questi ultimi due aspetti va dato merito al coach che ci massacra ogni martedì.
La finale non la faremo poiché si svolgerà in contemporanea con la prima tappa del Campionato girone Nord-Ovest, ma il 18 febbraio a Villorba (Tv) c’è l’ultima tappa della Carnival e non ci dispiacerebbe tornare a mettere paura all’operoso Nordest.

E poi comincia il camponato e si fa sul serio!!!
p.s. l’ospite misterioso è stato portato via dalla festa sul più bello, proprio mentre stava vincendo
* Classifica finale di tappa

1- Verona 9 punti
2- Ex-aequo Dragoni, Orange 7 punti e stessa differenza mete
3- Decima Regio 4 punti
4- Tokodenoka 3 punti
5- Nutrie del Delta 2 punti
6- Vecio Rugby 1 punto
7- Rabosium Oderzo 0 punti
fuori classifica Tiki

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Con quella felpa...troppo facile!!!!!

capitani coraggiosi??

Andrea

Anonimo ha detto...

Braviii!!! siete stati grandissimi!!!
avrei voluto tanto essere con voi!
ma vi ho pensato tantissimo!
Baci
Pippi

Steva ha detto...

grandi!! la prossima spero di esserci pure io!

Steva

Anonimo ha detto...

x Andrea: niente capitani coraggiosi ... solo Calciatore Siculo-Bergamasco (con la C maiuscola perchè merita)!

Ciao

Il tipo in maschera e poi in felpa "puffo"

ps: complimenti a tutti x l'impegno e il gran gioco. Prestazione davvero strepitosa

Anonimo ha detto...

Ci manchi Calciatore Siculo Bergamasco!!!

Andrea

 

Minima Template © www.Blogger.com changed Eden Template by http://lafarfallachescrive.blogspot.com