.post h3{ text-align:center; } -->

SLIDING DOORS




Dice il saggio: "Quando un pugile cerca di prendere meno pugni si chiude in un angolo. Ma se stai all'angolo cosa vuoi prendere? Solo botte!"
Dalla testa del Coach, data astrale di sto ca**o! Sapevo che sarebbe stato un torneo molto duro per noi: i miei piani di sperimentazione sono molto pericolosi, se non addirittura dannosi qualche volta. Se poi mi viene in mente di provare il tutto alla Novello, ormai da dichiarare facilmente il torneo più grande d'Italia, dove hanno partecipato 7 squadre straniere che non sono proprio delle pippe, siamo quasi ai limiti dell'autolesionismo. E' anche vero che noi siamo quelli del "facciamolo strano" quindi ... dentro a bomba: in preda a furore e gloria, dico al Fenomeno di fare l'arbitro fulltime per far pratica per il L2 e presto bomber Jack Sparrow (Peo copiright: tutti diritti riservati) al "Den Haag" in cambio di una tazza di lenticchie e di 3 elastici per capelli di cui so già che non me ne farò assolutamente niente. La prima metà del cervello mi dice: "Niente paura giochiamo col finto nueve e ci inseriamo da dietro coi centrocampisti". La seconda metà mi ricorda che, pur essendo sabato, devo pensare al touch e non al calcio. "Non è un problema, partita per partita si va avanti. San Hide e San Paul intercedete per la squadra!". Come al solito, babbazzo io che ci casco ogni volta, rivolgersi ai santi non serve a niente: se avessi tenuto le parole per la squadra e non per le preghiere non avremmo preso una bella incassata alla prima partita! "L'importante è dare fiducia e tranquillizzarli: semplicità e organizzazione sono le basi per un'ottima prestazione. E basta preghiere!". Va meglio: è vero che non vinciamo neanche una partita nel girone ma almeno si sono visti dei buoni movimenti in difesa e delle discrete frecce. "Abbiamo ancora un match prima di chiudere il torneo: stavolta vinciamo, non me ne vado da qui senza una fottuta vittoria" sparo tra me e me. I ragazzi e le ragazze devono avermi letto nel pensiero o, più probabile, si erano rotti di perdere: pallino del gioco sempre in mano, difesa forte e ribaltamenti di gioco aggressivi portano alla unica vittoria di giornata. "Giocassero sempre così: hanno le capacità e non le sfruttanno! Mi faranno crepare d'infarto prima o poi. Cia' andiamo a vedere il prestito e il nano malefico cosa combinano ...". Giusto per continuare il trend di non prendere neanche una scelta in giornata (mai na' gioia) il prestito, durante il torneo, ha fatto ammattire le difese avversarie incontrate e nella finale 3°-4° ha "solo" deciso di mettersi in proprio e schiantare in naturalezza i London Galaxy, squadra campione d'Europa in carica. Il peggio però deve ancora arrivare: O'Fenomeno, un metro e qualcosa di ragazzo, sta arbitrando con una autorevolezza e decisione degna del miglior Nigel Owens e Concetto Lo Bello messi assieme. "Il nano vuol proprio prendere il livello: secondo me non succede, ma se succede ..." penso tra me e me. Uno che ha sbagliato tutte le scelte di giornata poteva secondo voi prendere almeno l'ultima? Manco per sfiga! Così, tra lo stupore generale e una gioia difficilmente descrivibile, ci ritroviamo in squadra l'unico 16enne in Europa ad avere il L2! Il resto è tutta storia di aperitivi, DJ niggaz che prendono in mano la console, Kiss Therapy, cena tutti assieme come una vera squadra e blablablablabla. Amen.
Con ringraziamenti e scuse a tutti i Dragoni: avete lottato, giocato e vi siete arrischiati un ginocchio (Giada mannaia a'ttia) malgrado le mie scelte azzardate e i miei esperimenti. Dobbiamo cresce assieme e aiutarci a vicenda perchè io di ca**ate ne farò più di voi. Ma spero tanto che le mie ca**ate vi risultino utili a diventare dei veri giocatori di touch ed una vera squadra!

0 commenti:

 

Minima Template © www.Blogger.com changed Eden Template by http://lafarfallachescrive.blogspot.com